La Scrivania Obliqua

Note e osservazioni semiserie dal mondo d'oggi

Andare in banca…a Fukushima

Lascia un commento

Cronaca di un giorno diverso in questa pazzesca emergenza da virus cinese.

Sarebbe stata una cosa normale, ma in questa situazione non lo è: dover andare in banca. In questo caso, addirittura, previo appuntamento.

Motivo? Per la serie che quando piove merda lo fa in abbondanza, due giorni fa un aggeggino che generava i codici di accesso al mio online banking ha smesso di funzionare. Nei suoi cinque anni di vita ha, ovviamente, deciso di farlo proprio in questa condizione da “tappati in casa”.

Contattata la banca mi viene detto, fissato il necessario appuntamento, di presentarmi stamattina alle 11 presso la mia filiale, in pieno centro a Pavia.

A quel punto tocchi con mano come la normalità, ante virus cinese, diventi straordinarietà nell’emergenza.

Andare in centro…auto…autocertificazione (l’ultima versione in attesa della successiva…)…tragitto a piedi…banca.

Tutto quanto diventa difficile perché ti devi preparare: guanti, mascherina…stato d’animo…tensione.

Cristo…ma non è che mi hanno trasferito la banca in centro a Fukushima? No…ma lo spirito è quello.Fukushima

Arrivi, parcheggi, ti incammini a piedi in questo centro surreale dove tutto è uguale ma tutto è diverso.

Gente pochissima e per ogni cristiano che vedi gli sguardi, reciproci, sono sul dove passi tu e dove passo io in modo da tenersi il più distante possibile.

Ma, soprattutto, il silenzio, irreale, totalizzante, quasi opprimente…

Potrebbe avere anche un fascino ma non riesci a coglierlo; non puoi coglierlo perché ormai l’ansia, l’angoscia la fanno da padrone.

Passerà, spero al più presto possibile; passerà questa merda impestataci dai cinesi.

Come ci troveremo non sarà bello; per niente.

Di certo qualcosa dentro sarà cambiato; molto cambiato.faccia_triste

 

Autore: enrico negroni

Libero Pensatore, fuori dagli schemi, con una lunga carriera da Top Manager di successo: sempre parlando chiaro e non scendendo mai a compromessi. Carisma, visione e passione uniti a una tetragona coerenza verso l'Etica, quella con la "E" maiuscola che troppi non conoscono nemmeno più. Questo sono io... In queste pagine, nei miei libri (ebbene si...ne ho scritti due: "La scrivania obliqua" e il romanzo "Prossima curva l'Oceano"), racconto ciò che penso partendo da quella "visione laterale" che mi consente di vedere le cose, valutarle e giudicarle in modo obiettivo. Pensiero soggettivo ma mai legato a vincoli o compromessi perché questi, da Uomo Libero qual sono, non ne ho e non ne ho mai tollerati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...