La Scrivania Obliqua

Note e osservazioni semiserie dal mondo d'oggi

L’aijo e il coniijo in subbuijo…

Lascia un commento

glio 1Sono, purtroppo, venute a mancare le desinenze “gli”, “glio”, “glia”, “glie” della lingua italiana.

Ne denunciano, e piangono, la scomparsa gli, ormai pochi, custodi di un italiano correttamente parlato e scritto; gruppo, ahinoi, sempre più sparuto ma non per questo meno combattivo.

I motivi di tanta disgraziata perdita sono da ricercarsi nella crescente “coattizzazione” ed ignoranza lessicale ed espressiva. In troppi non parlano più un italiano vero ma un miserevole e scarno sottoinsieme dal quale sono bandite, o meglio ignorate perché non conosciute, vocaboli, regole e sintassi.

glio 5Ecco quindi che, in quello che dovrebbe essere italiano e non qualche idioma dialettale, il  coniglio diventa “conijo”… il subbuglio “subbuijo”…la bottiglia “bottija”… e così via nella miserabile dizione del celebro-latitante italiota medio, che si alimenta di chat, socials, selfie, influencers, e calcio…e poi calcio, selfie, chat…

Se non ci avete ancora fatto caso ed amate il vero italico verbo, prestate attenzione: quando vi capitasse di vedere qualunque trasmissione televisiva con dei concorrenti o uno dei soliti, inutili e stucchevoli, dibattiti e contraddittori, drizzate le antenne alla ricerca di un “glio”, “glia”, “glie“…

Non ne troverete più! Al loro posto solo le terribili sconcezze prima riportate; il trionfo del burino, la conferma di un’ignoranza devastante e inarrestabile.

Già ! Perché è lecito chiedersi se questa perniciosa tendenza sia ribaltabile; purtroppo siamo ben oltre il punto di non ritorno, o meglio, lo si potrebbe fare ma in un unico modo e maniera: mazzate, mazzate, mazzate.

D’altronde è vero che con quel sistema, delle mazzate appunto, si potrebbero aggiustare anche tante altre cose, ma, mi dicono, che piaccia poco perché antidemocratico…  PECCATO !

Andiamo quindi, democraticamente, avanti così, dando spazio dilagante (ormai sono dappertutto…) ai coglioni !

Però ricordiamoci di chiamarli sempre, italianamente, così: COGLIONI !!!

Autore: enrico negroni

Libero Pensatore, fuori dagli schemi, con una lunga carriera da Top Manager di successo: sempre parlando chiaro e non scendendo mai a compromessi. Carisma, visione e passione uniti a una tetragona coerenza verso l'Etica, quella con la "E" maiuscola che troppi non conoscono nemmeno più. Questo sono io... In queste pagine, nei miei libri (ebbene si...ne ho scritti due: "La scrivania obliqua" e il romanzo "Prossima curva l'Oceano"), racconto ciò che penso partendo da quella "visione laterale" che mi consente di vedere le cose, valutarle e giudicarle in modo obiettivo. Pensiero soggettivo ma mai legato a vincoli o compromessi perché questi, da Uomo Libero qual sono, non ne ho e non ne ho mai tollerati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...