La Scrivania Obliqua

Note e osservazioni semiserie dal mondo d'oggi

Trinariciuti d’oggi

Lascia un commento

In questi giorni mi sono trovato a pensare a tutta la bagarre emiliana alimentata dalla paura della sinistra di perderne il controllo. Paura?, terrore direi!

Il tutto adesso corroborato dalla “scoperta” delle “sardine” con relativo, immediato, clamore mediatico, becero e lecchino, nel pompare/osannare/enfatizzare questa nuova trovata, in salsa pesce azzurro.

Trinariciuti creati da Giovannino GuareschiDall’Emilia “rossa” venne anche un grandissimo della satira, un autentico campione: Giovannino Guareschi, ineguagliabile nel denunciare ed irridere quanto si celava dietro certi schieramenti.

Tra i personaggi creati da Guareschi, sulle pagine del “Candido“, spiccavano i “trinariciuti“,trinariciuti (1) epiteto fortemente spregiativo rivolto agli iscritti al partito comunista, per la loro presunta acritica credulità e sudditanza alle direttive del partito (perciò raffigurati con tre narici, come esseri “diversi”).

Mi sono allora domandato chi possano essere i “trinariciuti” di oggi e ripensando alla definizione, alla “acritica credulità e sudditanza alle direttive”, a quella “obbedienza cieca, pronta e assoluta” che lo stesso Guareschi raffigurò in bellissime vignette, la risposta balza evidente… Basta la prossima foto.trinariciuti Grillo Giggino

Esistono e sono tanti…a conferma che siamo proprio messi male. URLO

 

Vabbè, vi lascio almeno qualche meravigliosa vignetta del grandissimo Guareschi. Trinariciutitrinariciuti 3Trinariciuti-vignetta

Autore: enrico negroni

Libero Pensatore, fuori dagli schemi, con una lunga carriera da Top Manager di successo: sempre parlando chiaro e non scendendo mai a compromessi. Carisma, visione e passione uniti a una tetragona coerenza verso l'Etica, quella con la "E" maiuscola che troppi non conoscono nemmeno più. Questo sono io... In queste pagine, nei miei libri (ebbene si...ne ho scritti due: "La scrivania obliqua" e il romanzo "Prossima curva l'Oceano"), racconto ciò che penso partendo da quella "visione laterale" che mi consente di vedere le cose, valutarle e giudicarle in modo obiettivo. Pensiero soggettivo ma mai legato a vincoli o compromessi perché questi, da Uomo Libero qual sono, non ne ho e non ne ho mai tollerati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...